artebella

Hokusai, l’è on gran Hokusai

Cercate idee per il vostro nuovo tatuaggio giapponese?! Sicuramente la mostra di Hokusai, Hiroshige e Utamaro a Palazzo Reale di Milano potrà esservi d’aiuto.

Il simbolo della mostra, la grande onda di Kanagawa, che ormai troviamo in ogni dove – volantini, tram, cartelloni pubblicitari, articoli di giornale, appiccicata in fronte, dietro all’orecchio insieme alla monetina che fanno sparire i maghi, eccetera – è in realtà una vera e propria icona che può ispirare, ora come allora, la fantasia di un pubblico giovane e recettivo.

La mostra è allestita con più di 200 opere provenienti dall’Honululu Museum of Art, allestita in occasione del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia.

Oltre ad indurre un viaggio interculturale con la mente, ben stimolato dalle grafiche stesse e dalle spiegazioni di piacevole lettura, a farci fantasticare sui nuovi possibili tatuaggi must-have e sulle singolari usanze di quel popolo così diverso da noi per spazio e per tempo, la mostra è apprezzabile anche per la magistrale attività curatoriale con cui è stata allestita.

Ogni singolo elemento presente nell’esposizione è ben pensato e regala armonia e pace. I colori ocra e blu delle pareti si abbinano benissimo alle tele, il percorso è lineare e molto logico: non vi capiterà mai di sentirvi spaesati e di non sapere dove continua la mostra, cosa che spesso accade e infastidisce.

Una chicca da me molto apprezzata, inoltre, è l’utilizzo di didascalie lignee per apporre titolo dell’opera e nome dell’artista, citazione esplicita ma delicata alla tecnica stessa della xilografia (metodo di stampa su legno utilizzato per la realizzazione delle tele esposte), adorabili!

Unica pecca? Troppo lunga!

About 
Mi chiamo Eleonora Confalonieri, ventiquattrenne, laureata in “Economia e Gestione dei Musei e degli Eventi Espositivi” presso l'Università Cattolica Di Milano. Se vi è venuto il fiatone solo leggendo il nome di questa facoltà, NON TEMETE: non è come sembra! La mia passione è molto semplice: mi piacciono solo cose brutte, ma belle, quelle che trasmettono emozioni forti, ma semplici e quelle che ti fanno ritornare un grande bambino. Facile no?! Ecco, ho trovato tutto questo nell'arte e sono qui per condividerlo con voi. Se volete contattarmi scrivete a: confalonieri.eleonora@gmail.com | I'm Eleonora, almost 25 years old, and recently graduated in Economics and Management of Museums and Art Exhibition in Milan. I'm currently in London, where I really can't get enough of vintage markets and art exhibitions! If you share my passions, just follow me!

2 Comments

  1. Erica

    November 10, 2016 - 9:54 pm
    Reply

    Ciao!
    Proprio stasera sono andata a vedere la mostra e mi trovo pienamente d’accordo sul tuo commento, Anche sull’eccessiva durata!
    A me è successo di fermarmi a riflettere davanti a xilografia della sala dedicata alle 37 vedute del monte fuji del 1700 e qualcosa e di pensare ai Canaletto dello stesso periodo qua in italia.
    Una vera occasione per fare di viaggio mentale interculturale!

    • eleonora

      November 11, 2016 - 1:56 pm
      Reply

      Ciao Erica,
      grazie per il commento! Sono contenta che tu abbia avuto il mio stesso punto di vista. In effetti è una mostra stupenda e fatta veramente bene! Ogni opera è molto evocativa (interessante il paragone con Canaletto!), rimane solo un po’ faticoso rimanere concentrati fino alla fine!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *